lettera da Cisternino

I vicoli sono per te che vai curioso e pronto a farti rapire dalle terrazze aeree, dai portoni, dai muri, dagli androni freschi e nascosti dove incontrare gatti dalla coda ritta, forse custodi astrali delle pietre antiche. I gatti stanno lì ad osservare il tuo andare, fintamente assorti nelle loro nove  vite vigilano  attenti, da sempre, quel luogo puro e antico. Sono una presenza sottile, forse con le loro code alzate comunicano con il cielo, magari con degli Dei sconosciuti che guidano i passi all’interno di un’invisibile spirale che si snoda tra le candide mura.

E’ girando tra i vicoli che puoi scoprire l’antico Palazzo Lagravinese, residenza appartenuta alla omonima famiglia  che vantava due figlie poetesse e amanti dell’arte ed un medico che curò addirittura i Savoia e Gabriele d’Annunzio. Entrando in questa casa potrai ripercorrere le stanze di una tipica e sobria dimora settecentesca, con le tappezzerie curate, le cornici in legno dipinto e un piccolo terrazzino chiuso da cui sicuramente le donne della famiglia guardavano con discrezione e curiosità  l’andirivieni del paese.   Oggi il palazzo  completamente restaurato è adibito a museo.

(continua)…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.