di me

tutto dipende da un’evocazione e da come la mente ne viene attratta

questo è il principio di ciò che io definisco  “potenziali evocativi”.

il riconoscimento e lo sviluppo di questi potenziali può avvenire attraverso l’incontro con l’arte: disegno e pittura sono due veicoli importanti che permettono di accedere ad ambiti personali ed inconsci dove risiedono archivi creativi spesso trascurati. Ma anche la scrittura, l’espressione gestuale, la voce, la musica…sono tutti mezzi che ci aiutano a viaggiare dentro l’aspetto evocativo di uno stimolo. occorre imparare ad educare il proprio sguardo facendosi catturare dalla visione…..

 

L’Arte è Cura

la cura

La Cura – tecnica mista su tavola, 2016 – ciclo pittorico L’Essenziale